Eleaml


Il nuovo libro di Orazio Ferrara 

"Addio Sud. O briganti o emigranti"

 introduzione di Valentino Romano

Capone Editore, 2012
pagine 152, € 12,00
Info: 0832611877 (tel. e fax)
Mail to: info@caponeditore.it
On line: www.caponeditore.blogspot.com

Il mito intoccabile del Risorgimento, fatto di retorica patriottarda con bandiere al vento e medaglie luccicanti, Ŕ ormai messo da tempo in discussione da una  numerosa e a volte molto autorevole pubblicistica che, quasi per contrasto, non descrive pi¨ i vinti come crudelissimi briganti e spietati tagliagole. Una sorta di revisione, questa, che, al di lÓ delle contrapposizioni che a distanza di tant’anni ancora persistono in non pochi ambienti intellettuali, non deve solleticare affatto antistoriche utopie secessionistiche. D’altronde non si possono cancellare 150 anni di storia unitaria, di guerre combattute e sofferte con la stessa divisa e sotto la stessa bandiera...

Certo, in un paese come il nostro, in cui non si riesce ad avere mai una storia condivisa per i periodi pi¨ controversi (insorgenze legittimiste e “brigantaggio” a Sud dopo l’unitÓ, fascismo, resistenza, profughi istriani, etc.), in cui il tempo sembra non passare mai e la cronaca non diviene mai storia, tutto diventa pi¨ difficile. A volte noi italiani siamo veramente impossibili, riusciamo ad andare sulle barricate ideologiche per fatti accaduti oltre cent’anni fa, con intatti gli stessi odi e passioni di quel tempo lontano.

Questo libro Ŕ stato scritto per ricordare che quella del Regno delle Due Sicilie Ŕ una parte non secondaria della nostra storia nazionale, in cui confluisce e si amalgama. Di questa storia se ne chiede soltanto il rispetto, anche in nome delle ragioni e delle sofferenze dei vinti.



Addio Sud. O briganti o emigranti












vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilitÓ del materiale e del Webm@ster.