Eleaml


Fonte:
http://www.infomessina.it/

Disastro Messina: anche un militare della Marina tra le vittime

Domenica 04 Ottobre 2009

. Roma, 4 ott - (Veronica Crocitti) Aveva solo 28 anni. Ed era salvo. Quella sera, quel tragico giovedì, Simone era riuscito a scampare alla frana e al fango, mentre intorno tutto moriva, inesorabilmente. Alle 20.20 una chiamata alla sua ragazza faceva presagire il peggio, “qui crolla tutto, chiamate gli aiuti”. Ma il tempo per aspettare che arrivassero gli aiuti era troppo. Nel giro di pochi minuti il fango avrebbe sommerso tutto il piano terra, portando nella sua corsa distruttiva i famigliari e gli amici di Simone.

Ha salvato 8 persone ed è morto nel tentativo di salvare un bambino

L’unica via di scampo era il tetto. E bisognava essere veloci. Dopo quaranta minuti, quando il paesino di Giampilieri crollava sotto l’ondata di forza della montagna, in quella casa tutti erano salvi. In quella casa. Nella casa accanto il pianto di un bambino di due anni però riecheggiava senza sosta.

Simone Neri, sottocapo di prima classe della Marina, aveva deciso che non si poteva esitare un minuto in più. Il fango, la paura, la distruzione non potevano riuscire a fermarlo. Alle 21.00 l’ultima chiamata alla sua ragazza, “c’è un bambino che piange, vado a salvarlo. Qualsiasi cosa succeda, ricordati che io ti amo”.

Militari impegnati nell'opera di soccorsoPoco dopo il tuffo al piano di sotto, alla disperata ricerca della piccola vittima da tirare in salvo. L’atto di totale altruismo si conclude nel giro di pochi minuti.

 Quel singolare amore per il prossimo non riuscirà a vedere la luce. La storia di Simone si conclude nel fango, nella disperata lotta contro la distruzione naturale, in un altruismo che non può essere ignorato. In quella piccola landa di inferno, che ha visto in poche ore la fine del mondo, Simone Neri verrà ritrovato due giorni dopo. Ma la sua storia sta già facendo il giro del mondo. Su internet si creano siti e pagine per memorare ed onorare questo giovane messinese che, solo col suo altruismo, ha equiparato l’egoismo che stanno mostrando tanti altri bravi cittadini.

Un gruppo di facebook recita così “A lui 8 persone devono la vita".


GRUPPO SU FACEBOOK - PER NON DIMENTICARE SIMONE NERI

GRUPPO SU FACEBOOK

PER NON DIMENTICARE 

SIMONE NERI

NON SO' TANTO 

DI QUESTO RAGAZZO

SO' SOLTANTO 

CHE AVEVA 28 ANNI 

E CHE DOPO ESSERSI SALVATO 

DAL NUBIFRAGIO 

DEL 2 OTTOBRE 2009 

DI MESSINA,

HA SALVATO 8 PERSONE 

PERDENDO LA PROPRIA VITA .

MESSINA ORGOGLIOSA DI TE


In America sarebbe diventato già un eroe nazionale, magari lo sarebbe diventato anche in Italia se fosse stato di Bergamo.


Noi, gli appestati, i postulanti
del Mare Nostrum, Noi i Siciliani,
incorporea moltitudine di stranieri
in patria, indegni figli
di un’indegna Nazione
che non è capace di offrire
un minuto di silenzio
in ricordo delle donne
e degli uomini morti affogati
nel fango del disonore
e della sciagura, prima
del fischio d’inizio di una
banale partita di calcio;
a nord, loro, i barbari, i cafoni,
figli di una padania minore, unita.
Socrathe - http://www.sciclinews.com/



















vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del Webm@ster.