Eleaml


Fonte:
http://www.telestreetbari.it/

Giorno della Memoria in ricordo delle vittime africane
durante l'occupazione coloniale italiana.

Il giorno della memoria non è legato a una specifica violazione dei diritti umani ma a tutte le pagine volutamente "dimenticate" dalla Storia ufficiale. Nessuno ha il diritto di non ricordare tutte le vittime e gli innocenti che le volontà di dominio, controllo dei potenti hanno determinato nel corso dei secoli. 

Nel trasmettere questa proposta di legge che riguarda le vittime africane durante l'occupazione coloniale italiana, ribadiamo a gran voce il diritto della Gente del Sud Italia a ricordare le decine di migliaia di vittime - contadini, pastori, braccianti - che furono fucilati, rinchiusi e sterminati nei campi di concentramento piemontesi ai tempi della cosidetta Unità d'Italia, in realtà una vera e propria conquista del Sud.

Gaetano Salvemini, Guido Dorso, Antonio Gramsci - quest'ultimo in un articolo famoso del gennaio 1920 ricordava che lo Stato aveva messo a fuoco, bruciato, straziato i contadini del sud che gli scrittori salariati chiamarono "briganti" - lo stesso Angelo Del Boca ispiratore storico della proposta che presentiamo hanno denunciato con storici meridionali quali Franco Molfese e Tommaso Pedio la guerra civile che avvenne nel RISORGIMENTO.

Noi meridionali attendiamo che anche su questi avvenimenti che ci riguardano ci sia una memoria storica, non c'è da aver timore alcuno nel denunciare i caratteri antidemocratici, razzisti, illiberali, genoicidi della formazione della nostra nazione, lo stesso è avvenuto negli Stati Uniti d'America con caratteristiche razziste e genoicide di cui furono protagonisti i padri fondatori degli States nei confronti degli indiani e dei neri americani. Occorre scriverlo, indagare, ricercare giacché la Memoria influenza la storia presente e i rapporti tra gli uomini.

Sebastiano Gernone

(gruppo creativo telestreetbari)

XV LEGISLATURA CAMERA DEI DEPUTATI N. 1845




Torna su





Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del web@master.