Eleaml


comitati2sicilie

Petizione popolare

Al Sig. Sindaco del Comune di Caserta 

I sottoscritti cittadini residenti nel Comune di Caserta, considerato che nel territorio del Comune di Caserta non esiste alcuna via che ricordi i Re Borbone, visto che la cittÓ di Caserta con la costruzione della Reggia vanvitelliana ha avuto un innegabile progresso in tutti i settori, al punto da diventare capoluogo della storica provincia di Terra di Lavoro, atteso che la pi¨ importante via del capoluogo Ŕ un rettilineo di circa un chilometro e che si snoda proprio davanti al citato Palazzo Reale, osservato che in precedente epoca era denominata quale Corso Ferdinando,

 ritenuto

che la funzione mnemonica dell'attuale Corso Trieste possa essere svolta in modo molto pi¨ esaustivo dai Monumenti ai Caduti che sorgono in ogni frazione del Comune di Caserta come l'incommensurabile sacrificio a cui in particolar modo furono sottoposte tutte le Genti del Sud, a differenza della dinastia dei Borbone che nell'ultrasecolare monarchia non ha mai dichiarato guerra ad alcun popolo, ma, semmai, subendola nel 1860 con tutte le conseguenze, finalmente acclarate da una storiografia non pi¨ prona alla falsificazione della veritÓ storica, di un arricchimento del nord a danno dell'intero Sud,

chiede

al Sig. Sindaco del Comune di Caserta di mettere in atto gli strumenti al fine di ridenominare l'attuale Corso Trieste quale Corso Ferdinando II di Borbone, quale tutela e rivitalizzazione della memoria storica e culturale non solo della stessa Caserta ma dell'intero Sud.  Con queste motivazioni, il CDS Casertano in collaborazione con alcune associazioni locali ha intrapreso qualche mese fa la petizione popolare, tutt’ora in pieno svolgimento,   da inoltrare al Sindaco di Caserta.

A tutti viene richiesto di sostenere questa iniziativa per poter attribuire il giusto riconoscimento ad un sovrano che di fatto elev˛ la nostra cittÓ a seconda capitale del regno, per aver risieduto a lungo nella magnifica reggia vanvitelliana dove si spense il 22 maggio del 1859.


Petizione popolare







vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilitÓ del materiale e del Webm@ster.