Eleaml


esercito - Operazioni in Patria

OPERAZIONE REGIONE DAL AL
Operazione "Vespri Siciliani":
20.000 soldati
Sicilia
25 luglio 1992  8 luglio 1998
Operazione "Riace":
*** soldati
Calabria 2 febbraio 1994  15 dicembre 1995
Operazione " Partenope":
*** soldati   
Napoli 18 febbraio 1994  15 dicembre 1995
Operazione " Partenope":
*** soldati  
Napoli 14 luglio 1997 30 giugno 1998

*** Non abbiamo i dati, se li conoscete con certezza inviateceli. Grazie, webm@ster

esercito - Operazione Vespri

esercito - Operazione Vespri
esercito - Operazione Vespri


esercito - Operazione Riace

Fonte:

http://www.grudine.it/Opriace.html

[...] 

"Il nostro Gruppo Udine partecipò alla Riace e precisamente diede il suo contributo a Siderno, una città che si snoda da una parte e dall'altra della SS 106, pianeggiante e regolare, al centro di un' ampia striscia di pianura tra Roccella e Locri. Siamo nella Locride e per fortuna di tutti l'esperienza fu positiva l'impiego dell'Esercito e quindi anche di noi artiglieri fu apprezzato dal governo, dalle prefetture locali, e dalla pololazione del luogo perchè si riuscì a contrastare la criminalità organizzata. La professionalità e l'impegno profuso fecero sì che ai vari reparti venne attribuito lo "status" di agenti di pubblica sicurezza.

Un bravo a tutti e W gli alpini,  W gli artiglieri,  W la Julia !!!"

Gruppo Udine - Scudetto Riace
http://www.grudine.it/Opriace.html

Fonte:

http://www.esercito.difesa.it/

"Riace e Partenope"

Inizio missione: 2 febbraio 1994

Fine missione: 30 giugno 1998

Stato: Conclusa

Luogo: Calabria e Napoli

(Calabria, 2 febbraio 1994 - 15 dicembre 1995; Napoli, 18 febbraio 1994 - 15 dicembre 1995, ripresa il 14 luglio 1997 fino al 30 giugno 1998)

Dal 26 gennaio 1994 hanno inoltre preso avvio le operazioni "Riace" e "Partenope", quest'ultima ripresa il 14 luglio 1997.

Missioni decise sull'onda dei lusinghieri risultati conseguiti da "Vespri Siciliani", che hanno convinto i responsabili politici a ripetere l'esperienza in altre regioni a rischio del Mezzogiorno, con compiti del tutto analoghi e volti al controllo del territorio ed al recupero di personale delle Forze di Polizia da attività non strettamente di natura investigativa e giudiziaria.

Così è nata l'operazione "Riace" in Calabria, nella quale sono impiegati contemporaneamente 1.350 uomini, inquadrati in due reggimenti a loro volta articolati in 5 settori di gruppo tattico per lo sviluppo delle attività di controllo e la contemporanea "Partenope", che, nel periodo di attivazione, era svolta da un reggimento di 500 uomini.

Nel complesso, hanno sinora preso parte alle missioni oltre 16.000 uomini provenienti da tutte le Regioni Militari d'Italia, alternantisi nel presidio di una trentina di obiettivi a rischio affidati alle responsabilità della Forza Armata e nelle attività dinamiche.

Nel corso della sola operazione "Riace", sono finora state svolte attività mobili, quindi in aggiunta al presidio fisico dei punti sensibili, complessivamente riassumibili in:

  • 2.147 posti di blocco e controlli stradali/auto;
  • 332 pattugliamenti;
  • 57.935 controlli di automezzi;
  • 75.461 identificazioni di persona;
  • 2.408 controlli di edifici;
  • 4.237 perquisizioni individuali;
  • 197 rastrellamenti extraurbani;
  • 178 cinturazioni;
  • 3 appostamenti per controllo personale sospetto.



vai su









Ai sensi della legge n.62 del 7 marzo 2001 il presente sito non costituisce testata giornalistica.
Eleaml viene aggiornato secondo la disponibilità del materiale e del Webm@ster.